Non ci sono diete magiche che fanno scomparire la cellulite, ma sicuramente una dieta equilibrata, insieme all’attività fisica mirata può migliore la situazione. Maggiori dettagli sulla cellulite sull’articolo

  1. NO DIETE RESTRITTIVE, poiché causano un aumento delle cortisolemia, con perdita di tono muscolare e aumento del grasso sottocutaneo.
  2. NO DIETE FORTEMENTE IPOSODICA: non bisogna eliminare completamente il sale dalla dieta, no quindi ad alimenti sciapi, ma neanche ad alimenti arricchiti di sale da cucina che si trova nel supermercato, che contiene solo cloruro di sodio. Utilizzare il sale integrale marino, ottenuto semplicemente dall’evaporazione dell’acqua di mare e quindi non raffinato, che contiene anche altri oligoelementi come magnesio e potassio, zinco e iodio. Il magnesio svolge un’azione anti gonfiore, antinfiammatoria (molto utile nella cellulite, in cui è presente uno stato di intossicazione e congestione del derma e dell’ipoderma) e agisce anche da regolatore del metabolismo del calcio, altro minerale essenziale per regolare il metabolismo cellulare. Buona abitudine alla mattina bere un bicchiere di acqua con un pizzico di sale integrale marino.
  3. NO A COLAZIONI RICCHE DI ZUCCHERI MA SI A UNA COLAZIONE CON PROTEINE E GRASSI CON UNA PICCOLE FONTE GLUCIDICA. Alla mattina il livello di cortisolo è alto e cio’ determina una scarsa sensibilità insulinica. Di conseguenza, un eccesso di carboidrati comporta un aumento dell’insulina, che fa incrementare gli estrogeni liberi e peggiorare il problema. L’assunzione di lipidi specie all’inizio della giornata inoltre migliora la capacità di ossidare grassi nella giornata. Colazione ad esempio con yogurt greco, noci o altra frutta secca e un cucchiaino di miele o frullati proteici.
  4. NO APRANZI VELOCI CON METALLI PESANTI: metalli pesanti, alimenti in scatola, latticini determinano alterazioni nella produzione ormonale, affumicato. Prediligere formaggi freschi, piuttosto che quelli stagionati. SI A CIBI NATURALI POCO PROCESSATI
  5. ALIMENTI RICCHI DI VITAMINA C: uva, ribes, peperoni, prezzemolo, broccoletti di rapa, rucola, kiwi, cavoletti di bruxells, cavolfiore, broccoli, spinaci, fragole,limone, arance, pompelmi, melagrana, lampone, papaia, pomodori.
  6. AUMENTARE IL CONSUMO DI MELA E CANNELLA: potere antinfiammatorio (spuntino con mela cotta e cannella)
  7. AUMENTARE ALIMENTI CHE STIMOLANO LA CIRCOLAZIONE: Frutti di bosco che contengono antocianidiene e polifenoli (ribes, more, mirtilli, lamponi), Uva nera (resveratrolo); prugne (polifenolo e quercentina); radicchio rosso (antociani); riso rosso (antocianidine)
  8. NO AD ALIMENTI ACIDIFICANTI:  Prodotti da forno bianco, in particolare cereali raffinati e zucchero in tutte le sue forme , caffè e tè, dadi, salsa di soia,  eccesso di proteine di origine animale, anche i latticini. La situazione ideale è un giusto equilibro tra sostanze acide e basiche che può essere ottenuto con delle semplici attenzioni quotidiane. Una alimentazione corretta dovrebbe apportare una percentuale molto maggiore di alimenti alcalinizzanti : frutta e verdura, per contrastare gli acidi che vengono introdotti o che si formano tramite la metabolizzazione degli alimenti. SI a  Verdura: finocchi, indivia, sedano, carciofi, asparagi, cipolla,spinaci, broccoli, fagiolini, cetrioli, cavoletti di bruxelles. Frutta. agrumi, frutti rossi, melone, anguria, fragole, ananas, albicocche. Incrementare spezie: zenzero, peperoncino, curry, salvia, semi di finocchio e di cumino. Cereali: quinoa, miglio e amaranto: privi di glutine e proteici

9.  bere tanta ACQUA (almeno un litro e mezzo, preferibilmente lontano dai pasti e non gasata), anche in forma di              tisane non zuccherate, poiché l’acqua aiuta a eliminare attraverso le urine i liquidi e scorie trattenuti dai                         tessuti ed idrata la pelle

10. AUMENTARE ALIMENTI RICCHI DI POTASSIO: banana, avocado, kiwi,spinaci, petto di pollo e di tacchino,                merluzzo, semi di zucca, patate (per abbassare l’IG mangiarle fredde), fagioli, piselli, soia .

 

ATTIVITA’ FISICA

NO A SPINNING- ZUMBA- CYCLETTE E SPORT SIMILI

SI AD ATTIVITA’ ANAEROBICA E PESI IN PALESTRA: Circuit Training ad alta intensità, in cui si lavora sia sulla parte alta del corpo che bassa. Parte bassa: squat, stacco, jump squat, affondi (3-4 serie da 12-15 ripetizioni con recuperi di 1 minuto), abduzioni delle gambe o sollevamenti laterali, poche serie, parte alta: push press, piegamenti. 10-20 min di cardio fa bene perché ossigena i tessuti.

SI CYCLETTE ORIZZONTALE, specialmente per i lipolitici, perché con la sua posizione antigravitazionale, favorisce il ritorno venoso. SI GINNASTICHE AEROBICHE IN ACQUA: favoriscono la circolazione SI CAMMINATA.

Si potrebbe pensare di alternare attività aerobica, preferibilmente al mattino, con attività anaerobica alla sera.

Per facilitare il ritorno venoso delle gambe, può essere di aiuto trascorrere alcuni minuti in posizione supina, con le gambe a muro ed i piedi in alto.

BUONE ABITUDINI

Per poter combattere la cellulite non bisogna solo stare attenti a quello che si mangia, ma cercare di adottare delle buone abitudini, in primis cercare di evitare lo stress, che causa un aumento di cortisolo che oltre a rendere la pelle più sottile poiché diminuisce la produzione di collagene, in alcuni distretti causa anche un aumento di cellule grasse. Bisogna abituarsi a respirare in modo corretto, infatti una respirazione profonda non solo allontana lo stress, ma apporta maggior ossigeno a tutte le cellule dei tessuti con conseguente miglioramento della circolazione sanguigna ed eliminazione di scorie. Fare attività fisica e massaggi linfodrenanti. Risolvi la tua stitichezza.

INTEGRATORI

Vitamina C: promuove l’eliminazione dei metalli pesanti tossici, riduce la fragilità capillare, è necessaria alla produzione di collagene (la proteina che mantiene giovane ed elastica la pelle) e, favorendo nel contempo i processi di drenaggio.

Bioflavonoidi: contenuti nel pungitopo, ginko biloba, centella asiatica (un cucchiaio di foglie e lasciarle in infusione per 10 min in acqua bollente, filtrare e bere lontano dai pasti

 

Aumentare la diuresi:

  • Pilosella: in tintura madre
  • Bromelina compresse: riduzione di edemi
  • Tarassaco : il rizoma utile anche per purificare / decongestionare / disintossicare il fegato.
  • Bardana: controindicato anche durante il primo trimestre di gravidanza.
  • Asparago: dose eccessive possono causare danni ai reni
  • Sambucus NigraM o tisana
  • Centella asiatica: Quercia Marina
  • Ribes nigrum. TM 50 gocce mezz’ora prima della colazione
  • Betulla
  • Ortison: tè giava
  • Carciofo
  • Ippocastano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie. Continuando ad utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie durante la navigazione. Maggiori informazioni sui cookie sono disponibili a questo link

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi